Stop zanzare

Zanzare

Le zanzare sono insetti appartenenti alla famiglia dei ditteri. Le più comuni possiedono un corpo affusolato, esile, di appena 3 – 9 mm. Le femmine vantano un elaborato apparato boccale succhiante e pungente, mentre i maschi solo succhiante. Le femmine di zanzara ricercano il sangue animale ed umano, perché ricco di proteine necessarie per la maturazione delle uova, depositate in genere in ambienti umidi ed acque stagnanti delle grondaie, dei canali di scolo, dei sottovasi e delle fontane ornamentali della vostra abitazione. Vengono particolarmente attratte dal sudore e dal sebo e rilasciano sull’ospite dei feromoni che attirano altre compagne. L’uomo è quindi soggetto ad attacchi talora capaci di causare l’insorgenza di malattie anche gravi.
Le larve presentano apparto boccale masticatore e vivono in ambienti particolarmente umidi, spesso al pelo d’acqua respirando per mezzo di specifiche strutture. Spesso si commette l’errore di associare questi ditteri a paludi e acquitrini, in realtà trovano nell’ambiente urbano e domestico una serie di nicchie ecologiche dove vivere indisturbate.
La zanzara tigre, rispetto a quella zanzara comune, presenta delle visibili striature di colore nero e bianco sul corpo. Le sue dimensioni vanno dai 4 ai 10 mm. A differenza delle altre specie, la zanzara tigre entra in azione sia al mattino che la notte, indifferentemente all’alba o al pomeriggio. Predilige gli ambienti ombreggiati ed aperti. Punge rapidamente ed altrettanto velocemente scappa per non essere intercettata. La puntura rilascia ponfi dolorosi e pruriginosi. In alcuni soggetti, in particolare bambini e persone anziane, può provocare reazioni allergiche. La zanzara tigre predilige le zone tropicali e subtropicali, tuttavia si adatta perfettamente anche ai climi più freddi.