MOSCHE DELLA FRUTTA

Questo insetto attacca principalmente drupacee, pomacee e agrumi colpendo principalmente i loro frutti (da cui il nome), all’interno dei quali depone le sue uova.
La larva che nasce si nutre della polpa del frutto che la ospita provocando danni a livello estetico, organolettico e biologico.
La mosca della frutta ha la classica conformazione dei ditteri ma si differenzia dalle altre mosche grazie al torace nero punteggiato di bianco e a due “spatole” osservabili sulla testa.

COME RICONOSCERLO

I frutti appena colpiti presentano macchie e principi di marcescenza sulla zona dell’inserzione dell’ovopositore. Con la crescita della larva, il frutto tende a marcire e a cadere al suolo anche a causa dell’insediamento di funghi.